Villa Borghese
Italia,  Lazio,  Musei,  Roma

Villa Borghese

Perché visitare Villa Borghese

Punto di riferimento e pezzo di storia della città di Roma. Villa Borghese è per molti uno dei luoghi più antichi e importanti della capitale romana. A rendere tanto importante questo parco elegante è la sua storia, la sua maestosa antichità e ovviamente le opere che giacciono al suo interno.

Ecco cosa vedere durante una gita alla famosa area verde di Roma

Alla scoperta di Villa Borghese

Galleria Borghese

Il primo motivo per cui visitare Villa Borghese è legato all’omonima Galleria, dove risiedono alcune delle più importanti opere del collezionismo italiano. Questo bellissimo museo venne istituito per ordine di Cardinal Scipione Borghese, che decise di radunare sotto lo stesso tetto le maggiori opere della sua epoca. Per questo al suo interno si trovano oggi opere di Bernini, Canova, Caravaggio o Raffaello.

Tra quelle da non perdere segnaliamo la bellissima statua di Paolina Borghese, realizzata da Canova, o anche Apollo e Dafne, celebre scultura di Bernini. Nella sala 8 della Galleria si trovano inoltre alcuni dei più interessanti dipinti di Caravaggio: Davide con la testa di Golia, la Madonna dei Palafrenieri e Giovano con canestra di frutta.

La Galleria ospita, ad ogni modo, tante altre testimonianze storiche. Parte dell’esposizione museale è infatti dedicata a fossili e cimeli antichi.

Tempio di Esculapio

Altra preziosa attrazione di Villa Borghese è il tempio di Esculapio. Questo piccolo luogo di culto, preceduto da un romanticissimo laghetto, prende il nome dalla statua rinvenuta molti anni fa nella villa di Augusto a Roma. Il tempio venne costruito nel 700 e attualmente è uno dei posti più magici all’interno del parco.

Orologio ad Acqua

Molto caratteristico anche l’orologio ad acqua del Pincio. Questo perfetto ingranaggio è assai peculiare perché viene mosso dall’acqua. L’orologio fu progettato da Padre Giovanni Battista Embriaco nel 1872 e si trova tutt’oggi tra le verdeggianti piante di villa borghese. L’acqua che lo alimenta viene dalla natura circostante.

Passeggiata del Pincio

Il maggior punto d’interesse di Villa Borghese, dopo la Galleria, è la passeggiata del Pincio. Parliamo di un una grande boulevard panoramica. In questa zona del parco sono presenti anche diverse terrazze, punti perfetti da cui guardare Roma.

Lascia un commento