Cosa vedere a Otranto in due giorni
Italia,  Viaggi

Cosa vedere a Otranto in due giorni

Una delle mete estive preferite non solo dagli italiani ma anche dai turisti di tutto il mondo è sicuramente la Puglia. Terra ricca di paesaggi suggestivi, borghi pittoreschi e spiagge dalle acque cristalline. Vi consigliamo di dare uno sguardo al sito web https://www.regionepuglia.org/ se siete interessati a trascorrere una vacanza in Puglia.

Se state pianificando un weekend rilassante in Puglia vi consigliamo di visitare la città di Otranto. In questa guida troverete consigli sui luoghi assolutamente da visitare in questa meravigliosa città.

Ecco cosa fare a Otranto in due giorni

PRIMO GIORNO

Il nostro consiglio è di dedicare la prima giornata alla visita del centro storico della città con le sue principali attrazioni. Il centro storico di Otranto è un particolare labirinto di stradine e viuzze con casette bianche addossate l’una all’altra: passeggiando troverete numerosi negozietti di artigianato e localini dove poter gustare i piatti tipici della città. Da visitare assolutamente la Cattedrale dell’Annunziata e il Castello Aragonese di Otranto. Costruita nel 1068 la Cattedrale di Santa Maria Annunziata è il principale luogo di culto della città di Otranto. L’opera d’arte più straordinaria del plesso è lo splendido mosaico pavimentale che riproduce l’Albero della Vita. Il Castello Aragonese di Otranto, invece, è una costruzione a pianta pentagonale su tre torri circolari edificata per fortificare la città dopo l’invasione dei turchi. E’ un castello aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 19:00 e il costo del biglietto è di 7 euro.

Otranto è una città ricca di arte e storia. Davvero bella è la Basilica di San Pietro caratterizzata da un’architettura bizantina a croce greca e ricca di affreschi che rimandano alle scene della Bibbia: il suo nome deriva dalla credenza che San Pietro passò proprio da qui durante il suo cammino dalla Palestina verso Roma. Infine fate un salto Cappella della Madonna dell’Altomare, i cui arredi evocano temi marini come cavallucci marini e ancore.

SECONDO GIORNO

Il secondo giorno potete dedicarvi alla scoperta delle meravigliose spiagge della città. Vi proponiamo alcune spiagge imperdibili sulla cosa di Otranto. Per poter visitare le più belle occorre allontanarsi un po’ dal centro abitato: a 7 km da Otranto troverete la rinomata Baia dei Turchi. Una baia raggiungibile con una passeggiata in mezzo ad una bella pineta, caratterizzata da sabbia bianca, mare cristallino e scogliere di tufo a delimitarla. La costa adriatica regala emozionanti scenari anche muovendosi a sud di Otranto. A soli 4 km dalla città di Otranto potrete ammirare le bellezze della Baia di Orte dove potrete godere di una splendido mare immersi in una natura completamente selvaggia ed incontaminata priva di stabilimenti o strutture ricettive. Stesso discorso per Porto Badisco, dove si narra che avvenne l’epico sbarco di Enea in Salento: qui troverete la famosissima Grotta dei Cervi, straordinaria testimonianza del neolitico. Non perdetevi infine, il Faro di Punta Palascia, il punto più a est dell’Italia:il panorama che vi attende è davvero mozzafiato. Da qui è possibile osservare un’alba meravigliosa che nasce del mare, con il cielo stellato.

E’ consigliata anche una sosta nel Parco Naturale dei Laghi Alimini a nord della città di Otranto. Quindi si trovano due laghi naturali, “Alimini Grande”, lago di acqua salata e “Alimini Piccolo”, lago di acqua dolce. Si tratta di un luogo di interesse nazionale dove è possibile ammirare paesaggio naturalistico senza eguali, ricco di numerose specie di piante e diverse specie animali.

E se decidete di restare un giorno in quella meravigliosa città pugliese vi consigliamo di visitare il borgo di Torre dell’Orso a soli 20 km dalla città di Otranto. Quindi ammirerete le bellezze del paesaggio e soprattutto le due formazioni calcaree conosciute come lo “Scoglio delle Due Sorelle”.

Lascia un commento