Cosa vedere a Palermo
Italia,  Palermo,  Sicilia,  Viaggi

Palermo

Nulla riesce a colmare gli occhi di una viaggiatore che visita il Bel Paese quanto le tinte, i profumi e i sapori di Palermo.

Racchiusa tra il golfo e i monti calcarei, questa città racchiude una tale grazia da lasciare il visitatore senza fiato. Nelle righe sottostanti vi segnaliamo i posti che proprio non potete mancare di vedere se avete intenzione di soggiornare nel capoluogo siciliano.

Cosa vedere

1 Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina

La più antica residenza reale d’Europa e dimora dei sovrani del Regno di Sicilia. Al suo interno è custodita anche la Cappella Palatina, un’elegantissima basilica a tre navate dedicata a San Pietro apostolo.

2 Teatro Massimo

Il teatro lirico Massimo Vittorio Emanuele, con le sue sale maestose sale barocche e galleria monumentali, è uno dei complessi architettonici più ampi d’Europa. Scenario peraltro di alcune riprese del film Il Padrino – Parte terza.

3 Vucciria

Per venire a contatto con l’anima più arcaica e genuina di Palermo, bisogna far visita anche ai suoi mercati. Vi segnaliamo, tra tutti, quello di Vucciria: un tripudio di colori e sapori d’impronta meridionale.

4 Catacombe dei Cappuccini

Il sito archeologico più importante della città. Il cimitero dei Frati Cappuccini, ove giacciono da tempi remotissimi cadaveri oggi messi in esposizione, ricostruisce perfettamente gli usi e i costumi della società palermitana del XVII secolo.

5 Santuario di Santa Rosalia

Il Santuario di Santa Rosalia è stato costruito in onore di Santa Rosalia, Santa Patrona della città, ne custodisce le ossa. Collocato all’interno di un anfratto di roccia sul Monte Pellegrino, questo affascinante edificio è un luogo di culto a cui i palermitani sono sinceramente affezionati.

6 Quattro Canti

Piazza dalla forma ottagonale formata da una curiosa alternanza di strade e quinte architettoniche. Si concentra qui tutta l’essenza barocca della città.

7 Cattedrale di Palermo

La Cattedrale di Palermo è il maggiore luogo di culto della città e un monumento gelosamente preservato negli anni: l’architettura di questa cattedrale è infatti riconducibile al tempo dei Normanni. Inoltre, riposano qui i resti mortali degli imperatori Federico II, di suo padre Enrico VI, di sua madre Costanza D’Altavilla, del suo nonno Ruggero II, fondatore del Regno di Sicilia, e di sua moglie Costanza D’Altavilla.

8 Santa Maria dello Spasimo

Una pittoresca chiesa che, privata del suo tetto, ha la parvenza di un museo a cielo aperto. Oggi, questo bellissimo edificio, ospita il Brass, scuola di Jazz di Palermo.

9 Spiaggia di Mondello

La spiaggia di Mondello resta, con il suo mare cristallino, la più bella della città. Che la si visiti d’inverno o d’estate, la sua incantevole atmosfera non deluderà le vostre aspettative.

10 La Zisa

Posto immediatamente fuori alla porte di una Palermo normanna, il Palazzo della Zisa si ispirava ai giardini di ascendenza islamica. Degni di nota i mosaici al suo interno, che rendono oggi il monumento tra i più significativi della città.

Cosa mangiare

Quali sono i cibi assolutamente da assaggiare, se vi trovate immersi tra gli odori inconfondibili dei mercati storici e delle strade di Palermo? Vediamo insieme cosa mangiare a Palermo.

Arancina

Tra i simboli indiscussi della cucina siciliana c’è lei: una palla di riso ripiena di ragù di carne, salsiccia, piselli o prosciutto e mozzarella.

Cannolo e cassata

Il primo è una cialda di pasta fritta e ripiena di ricotta di pecora, famoso in tutto il mondo per la sua bontà. La cassata invece è fatta con pan di spagna, pasta reale, ricotta e frutta candita.

Pani e panelle

Si tratta di un panino con delle frittelle di farina di ceci, sale e prezzemolo (panelle), spesso accompagnate dalle crocchette di patate (dette “cazzilli”).

Pani cameusa

Un altro must dello streetfood è senza dubbio il “pane cameusa”: una pagnotta farcita con fettine di milza cotta, sale e limone accompagnato da scaglie di formaggio.

Stigghiola

Un piatto a base di budella di capretto o di agnello, condite con cipolla e prezzemolo, arrotolato intorno ad un cipollotto e cotto sulla brace.

Caponata

Un piatto a base di verdure fritte, prevalentemente melanzane, condite con salsa di pomodoro, capperi, olive e sedano servito come antipasto o come contorno, rigorosamente freddo (perfetto in estate).

Lascia un commento