Cosa vedere a Bari
Bari,  Italia,  Puglia,  Viaggi

Bari

Bari è senza ombra di dubbio una delle mete turistiche più ambite dai viaggiatori che partono alla scoperta della penisola italiana. Con le sue acque cristalline, le stradine pittoresche e la buona cucina, richiama ogni anno un copioso numero di visitatori. Ecco dunque i nostri suggerimenti sulle cose che proprio non potete perdervi se siete tra questi.

Cosa vedere

Basilica di San Nicola

Prende il nome dal Santo Patrono della città ed è il principale luogo di culto cittadino. È inoltre un valido esempio di architettura del romanico pugliese.

Castello Normanno Svevo

Oggi monumento simbolo della città e sede di spettacoli e iniziative culturali, il Castello Normanno di Svevo venne edificato nel XIII secolo: negli anni che seguirono fu impiegato prima come fortezza e poi come prigione.

Teatro Petruzzelli

Inaugurato nel 1903, il Petruzzelli è il teatro più importante di Bari e il quarto più grande d’Italia. Merita la visita anche per i suoi raffinatissimi decori architettonici.

Piazza Mercantile

Questa piazza è detta mercantile – o da alcuni Piazza Grande – poiché, in epoca medievale, rappresentava lo spazio urbano destinato ai traffici mercantili e alle attività commerciali. Oggi è senza ombra di dubbio il cuore pulsante della città e il suo principale centro d’aggregazione.

Bari Vecchia e Via delle Orecchiette

Spesso trascurata dalle guide poiché considerata una zona non troppo raccomandabile, Bari Vecchia è in realtà il posto che meglio custodisce l’anima folcloristica e popolare della città. Ne è un chiaro esempio via delle orecchiette, una caratteristica stradina gremita di artigiani e venditori ambulanti di orecchiette pugliesi.

Cattedrale di San Sabino

Questa antica chiesa romanica fu costruita in onore di San Sabino, ex Santo Patrono della città, ed è oggi di grande rilevanza monumentale per il suo stile romanico pugliese. Merita la visita all’interno per la navata principale, sorretta da colonne, capitelli e arcate, e il suo maestoso campanile.

Lungomare

Il lungomare di Bari è senz’altro la maggiore attrattiva turistica della città. Un punto d’osservazione perfetto per poter ammirare il sole calare sul mare cristallino del capoluogo barese

La Pinacoteca

Dopo esservi concessi una passeggiata sul lungomare, non potete che fare visita alla pinacoteca Corrado Giaquinto, nel Palazzo della Provincia: un’importante raccolta di dipinti di arte pugliese, insieme ad una collezione di abiti e suppellettili dall’anno 1.000 in poi.

Cosa mangiare

Ci spostiamo in Puglia: quali sono i piatti tipici da dover assaggiare se ci si trova a Bari? Vediamoli insieme.

Orecchiette con cime di rapa

Le orecchiete con cime di rapa chiamate dai baresi “stracenate” sono un vero e proprio classico della tradizione culinaria della città, un piatto molto amato per il suo sapore inconfondibile garantito dal soffritto iniziale di olio, aglio, acciughe e peperoncino.

Tiella

La tiella nota anche come patate, riso e cozze cotti con pomodorini, aglio e un bel brodino di pesce in una bella teglia. In molte versioni la tiella viene gratinata con un po’ di parmigiano e pangrattato.

Taralli

I taralli famosi in tutta Italia per il loro gusto unico, sono perfetti per un aperitivo con un bel calice di vino, per accompagnare una fresca insalata o come snack durante la giornata.

Panzerotti alla barese

I panzerotti alla barese rigorosamente fritti, i più famosi sono i classici con pomodoro e mozzarella e quelli con ripieno di rape e carne.

Foraccia barese

Ottima quella di patate e quella ricoperta con un strato di pomodorini.

Cartellate

Dolce tipico natalizio fatto con sottilissime strisce di pasta (con farina, olio e vino) avvolte su se stesse fino a formare una sorta di rosa. Esse vengono fritte in abbondante olio e poi servite con miele, vincotto, cannella o zucchero a velo.

Bocconotti

Dolci di pasta frolla ripieni crema pasticcera, marmellata, miele mandorle e cioccolato.

Un commento

Lascia un commento